DIREZIONESALUTE

Trova e contatta oltre 80.000 medici in Italia.

RECENSIONIONLINE

Leggi le opinioni degli altri utenti per rivolgerti al medico che risponde alle tue esigenze.

MEDICIONLINE

Scrivi al tuo medico e fissa un appuntamento online in 1 clic.

Direzione salute - portale d'informazione medica - cerca un medico - informazioni sui farmaci - forum salute e benessere - news medicina

SEI UN MEDICO?
INSERISCI IN POCHI SECONDI LA TUA PROFESSIONALITÁ.

The Doctor Oz in Italiano


The Doctor Oz in Italiano

Il dottor Oz,  premiato agli Daytime Emmy Award per il suo "Il dottor Oz Show", è vicepresidente e Professore di Chirurgia presso la Columbia University. Dirige il Cardiovascular Institute and Complementary Medicine Program  di New York presso il Presbyterian Hospital.  E 'autore di oltre 400 pubblicazioni originali, capitoli di libri e libri di medicina, ha ricevuto diversi brevetti, ed esegue oltre 100 interventi di cuore l'anno.

Il dottor Oz è nato a Cleveland, Ohio, cresciuto nel Delaware e ha ricevuto la sua laurea alla Harvard University (1982) dove gli fu assegnato il premio Captain’s Athletic Award per la leadership in un college ed è stato presidente della classe  presidente del corpo studentesco durante la scuola di medicina. Vive nel nord del New Jersey con la moglie Lisa di 25 anni e i loro quattro figli, Daphne, Arabella, Zoe, e Oliver.

In precedenza, il dottor Oz era un esperto di salute ospite del programma "The Oprah Winfrey Show" per più di 5 stagioni coprendo 55 episodi. Ha anche lavorato come capo consulente medico della Discovery Communicationsed ha partecipato  a numerose apparizioni su "Good Morning America", apparso sul "Today" show "Larry King Live", "The View" e al Charlie Rose Show. Ha lavorato anche come direttore medico di Denzel Washington, "John Q" e ha partecipato a numerosi altri film come esperto in materia.

Il dottor Oz è anche il conduttore di un talk show quotidiano su Sirius XM Radio "Oprah Radio" su XM canale 156 e Sirius Canale 195, ma chiaramente tutti lo conosciamo per la trasmissione televisiva The Doctor Oz Show.

In questa pagina cercheremo di riportare i contenuti  più interessanti dei temi trattati dal dottor Oz: una sorta di dottor Oz in italiano.

Dottor Oz

Probabilmente avete sentito tutti i vantaggi circa la vitamina C - ma oggi è tempo di muoversi versoun'altra lettera dell'alfabeto: la "D". Si scopre che la vitamina D potrebbe in realtà essere la vitamina più "critica" quando si tratta di combattere il raffreddore.




La vitamina D svolge una serie di ruoli nel nostro corpo, tra i quali:

    *  Promuovere l'assorbimento del calcio e la salute delle ossa
    *  Promuovere la funzione immunitaria
    *  Riduce le infiammazioni
    *  Migliora le funzioni neuro-muscolari
    *  Protezegge contro alcune forme di cancro

Nonostante tutto questo, la vitamina D non sempre ottiene l'attenzione che merita; forse perché sono pochi i cibi in natura che contengono vitamina D. Le fonti migliori sono il salmone, il tonno e lo sgombro (in particolare la carne) e oli di fegato di pesce. Fegato di manzo, tuorli, formaggio e uova contengono anche piccole quantità. Se questi cibi non  attraenti per voi, ci sono buone notizie: non dovete mangiare la vitamina D per assicurarvi che stai ricevendo la sua dose giornaliera! La vitamina D è in realtà presente nel corpo ogni colta che i raggi ultravioletti dei raggi solari colpiscono la nostra pelle. I raggi UV innescano la sintesi della vitamina D, che poi viene convertito nel fegato nella sua forma attiva.

Questo significa che uno dei modi migliori per ottenere la vitamina D è di spendere circa 10-15 minuti al giorno fuori al sole. Tenete presente che le protezioni solari impediscono di ottenere  vitamina D all'aperto. In estate, una soluzione facile è quella di prendere il sole nelle ore precedenti le 11.00 di mattino e subito dopo le 17.00 di pomeriggio.

Ma quanta vitamina Dsi dovrebbe ingerire esattamente ogni giorno? Per tutte le età, il dottor Oz raccomanda una dose giornaliera di 400 UI (e forse anche ad un'altezza di 1000 UI).

La vitamina D favorisce davvero la lotta contro il cancro?

Sembra che chi abiti a latitudini elevate e che quindi risulti meno esposto ai benefici effetti della luce del sole, corra un rischio maggiore di sviluppare varie forme di cancro, tra le quali il linfoma di Hodgkin e il cancro al colon, pancreas, ovaie e seno. Sembra proprio che livelli ematici di 25-idrossivitamina D inferiori ai 20 nanogrammi per millilitro causino un aumento del 30-50% del rischio dei sopraddetti tipi di cancro. Uno studio americano su pazienti malati di cancro alla prostata ha evidenziato che soggetti che lavoravano all'aperto avevano sviluppato la malattia 3-5 anni dopo rispetto a chi lavorava in ufficio.
Qual è l'azione principale della vitamina D? Sembra proprio che la vitamina D ormonale controlli dei geni che ostacolano la proliferazione cellulare; in poche parole se una cellula viene colpita dal cancro, la vitamina D ormonale:

    * - stimola l'apoptosi( suicidio) delle cellule tumorali
    * - previene l'angiogenesi, cioè lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, necessari per la crescita tumorale
    * - si collega ad un enzima( glucosio-6-fosfato-deidrogenasi, chiamato G6PD) che disattiva i radicali liberi in eccesso( ed i radicali liberi sono il principale indiziato per la proliferazione tumorale). Questo processo avviene solo nelle cellule prostatiche sane.

Cedric Garland, specialista in prevenzione tumorale a San Diego, ha affermato: " Aumentando l'apporto di vitamina D, specialmente in quei paesi che sono a nord dell'Equatore, sarebbe possibile prevenire ben 250.000 casi di cancro al colon retto e ben 350.000 casi di cancro al seno".

E non è finita qui.

Sembra che una carenza di questa vitamina si possa associare alla comparsa di demenza e di Alzheimer in particolare. Da studi sembra emergere l'ipotesi che la vitamina D sia in grado di modulare il sistema immunitario, anche se probabilmente non è l'unico fattore, vista la continua interazione tra sistema immunitario ed altri sistemi, stimolandolo quando è giù di giri e frenandolo quando esagera. E proprio questo effetto, insieme con quello antinfiammatorio, potrebbe spiegare il prezioso supporto come azione protettiva nei confronti dell'Alzheimer e della sclerosi multipla.

La vitamina D è in grado di attivare il sistema immunitario

Studi recenti fatti presso l'Università di Copenhagen hanno rivelato che la vitamina D è in grado di attivare il sistema immunitario "armando" le cellule T in modo che possano combattere le infezioni. Senza questa vitamina le cellule T rimangono come dormienti, non garantendo quindi alcuna protezione contro l'invasione di microorganismi e batteri. Questo perché il sistema immunitario non funziona, a meno che non sia

attivato dalla vitamina D. Con essa che scorre nel torrente circolatorio le cellule T divengono "armate"ed incominciano a scovare gli invasori e distruggerli.

E' stato anche notato che la vitamina D riesce a curare i Disordini affettivi stagionali( Seasonal Affective Disorder), malanni dovuti al fatto che le persone che vivono al Nord non riescono facilmente a regolare la produzione di melatonina da parte della ghiandola pineale. La melatonina è un ormone la cui funzione principale è quella di farti addormentare. E come detto, per molte persone che vivono al Nord i raggi solari non sono potenti abbastanza per regolare i livelli di melatonina. Quindi si alzano il mattino che i loro livelli di melatonina non sono stati soppressi del tutto;come risultato porta alla stanchezza ed alla depressione.
Quindi dobbiamo farne un uso prezioso, ma dobbiamo incominciare ad assumerne in quantità maggiore se vogliamo averne realmente i benefici.








Ultimi medici inseriti
Sebastiano Attilio

Sebastiano Attilio

Medici Specialisti - Chirurgia Generale

Tomaso Marteddu

Tomaso Marteddu

Medici Generici

Dott.ssa Rossi Stefania

Dott.ssa Rossi Stefania

Medici Specialisti - Oculistica

Annunci



Cerca medico per provincia


Agrigento  /  Alessandria  /  Ancona  /  Arezzo  /  Ascoli Piceno  /  Asti  /  Avellino  /  Bari  /  Belluno  /  Benevento  /  Bergamo  /  Biella  /  Bologna  /  Bolzano  /  Brescia  /  Brindisi  /  Cagliari  /  Caltanissetta  /  Campobasso  /  Carbonia Iglesias  /  Caserta  /  Catania  /  Catanzaro  /  Chieti  /  Como  /  Cosenza  /  Cremona  /  Crotone  /  Cuneo  /  Enna  /  Ferrara  /  Firenze  /  Foggia  /  Forli Cesena  /  Frosinone  /  Genova  /  Gorizia  /  Grosseto  /  Imperia  /  Isernia  /  L Aquila  /  La Spezia  /  Latina  /  Lecce  /  Lecco  /  Livorno  /  Lodi  /  Lucca  /  Macerata  /  Mantova  /  Massa Carrara  /  Matera  /  Medio Campidano  /  Messina  /  Milano  /  Modena  /  Napoli  /  Novara  /  Nuoro  /  Ogliastra  /  Olbia Tempio  /  Oristano  /  Padova  /  Palermo  /  Parma  /  Pavia  /  Perugia  /  Pesaro Urbino  /  Pescara  /  Piacenza  /  Pisa  /  Pistoia  /  Pordenone  /  Potenza  /  Prato  /  Ragusa  /  Ravenna  /  Reggio di Calabria  /  Reggio Emilia  /  Rieti  /  Rimini  /  Roma  /  Rovigo  /  Salerno  /  Sassari  /  Savona  /  Siena  /  Siracusa  /  Sondrio  /  Taranto  /  Teramo  /  Terni  /  Torino  /  Trapani  /  Trento  /  Treviso  /  Trieste  /  Udine  /  Valle Aosta  /  Varese  /  Venezia  /  Verbano Cusio Ossola  /  Vercelli  /  Verona  /  Vibo Valentia  /  Vicenza  /  Viterbo

© 2017 Direzione Salute. Il portale è un progetto di proprietà Engenia S.r.l. - Partita IVA 02424090419
Privacy Policy / Informativa sull'utilizzo dei Cookies / Condizioni contrattuali