DIREZIONESALUTE

Trova e contatta oltre 80.000 medici in Italia.

RECENSIONIONLINE

Leggi le opinioni degli altri utenti per rivolgerti al medico che risponde alle tue esigenze.

MEDICIONLINE

Scrivi al tuo medico e fissa un appuntamento online in 1 clic.

Direzione salute - portale d'informazione medica - cerca un medico - informazioni sui farmaci - forum salute e benessere - news medicina

SEI UN MEDICO?
INSERISCI IN POCHI SECONDI LA TUA PROFESSIONALITÁ.

Il depuratore d’acqua può eliminare un gravissimo problema dal tuo rubinetto, ma solo se scegli quello giusto


Il depuratore d’acqua può eliminare un gravissimo problema dal tuo rubinetto, ma solo se scegli quello giusto 31/08/2020

La scelta di dotarsi di un depuratore d’acqua non è solo una questione di comodità o di risparmio ma ha importanti benefici per l’ambiente e per la nostra salute.
L’acqua che arriva dall'acquedotto del tuo comune ed esce dal tuo rubinetto che bevi e usi per cucinare, esattamente come quello che mangi e la qualità dell'aria che respiri, ha un ruolo fondamentale e determinante per la tua salute e quella della tua famiglia.
 
Spesso però inquinamento derivante da attività agricola o industriale, il cloro usato per disinfettarla che distrugge vitamina C ed E, ha azione ossidante e distrugge gli enzimi digestivi, o le tubature inadeguate che rilasciano piombo o amianto, le precludono questo ruolo ma al contrario la rendono un ulteriore fattore di rischio
 
 
Un esempio?
 
Un recente studio condotto a livello europeo dall’Institute for Global Health di Barcellona, pubblicato su Environmental Health Perspectives, ha evidenziato 6523 casi di tumore della vescica conseguenti all'assunzione di acqua del rubinetto clorata.
 
Anche se ogni giorno i giornali ed i sindaci danno false rassicurazioni sulla salubrità dell'acqua piena di cloro, 128 comuni in Italia distribuiscono acqua dal tuo rubinetto di casa con valori di arsenico superiore del doppio rispetto alla soglia ammissibile, grazie a una deroga che innalza il limite accettabile rendendo potabile dell’acqua fortemente contaminata che potresti rendere sicura con il giusto depuratore d'acqua in casa.
 
Una vera e propria truffa a tuo danno e che viene nascosta dalle istituzioni per mantenere tranquilli i cittadini che sono convinti di bere acqua pura come quella di 200 anni fa, prima che le industrie scaricassero i loro liquami tossici in fiumi e ruscelli.
 
L’arsenico è estremamente nocivo per la salute;
 
Riporto un estratto di quanto pubblicato da Angelo Bonato, specialista in igiene e medicina preventiva dell'università degli studi di Padova:
 
La tossicità acuta dei composti dell’arsenico è in larga misura una funzione del loro tasso di rimozione dal corpo.
È stata riportata in letteratura un’intossicazione acuta da arsenico associata con l’ingestione di acqua contenente 1,2 e 21 mg di arsenico per litro.
I segni dell’intossicazione cronica, che comprendono lesioni dermiche, neuropatia periferica, cancro della cute e malattie vascolari periferiche, sono stati osservati in popolazioni a seguito di ingestione di acqua potabile contaminata con arsenico.
 
Le lesioni dermiche sono i sintomi di osservazione più frequente, con un’insorgenza dopo un’esposizione minima per un periodo approssimativo di 5 anni. Gli effetti sul sistema cardiovascolare sono stati osservati in bambini che hanno consumato acqua contaminata con arsenico (alla concentrazione media di 0,6 mg/L) per un periodo medio di 7 anni.
Per quanto riguarda la cancerogenicità, l’esposizione cronica all’arsenico ha evidenziato una correlazione con vari tipi di cancro: vescica, rene, cute, polmone, fegato, colon e prostata.
 
I composti inorganici dell’arsenico sono classificati dallo IARC nel gruppo 1 (cancerogeni per l’uomo) sulla base di evidenze sufficienti di cancerogenicità nell’uomo.
Studi su esiti negativi della riproduzione (malformazioni congenite cardiache e aborto spontaneo) hanno dimostrato correlazioni con l’ingestione di acqua contaminata con arsenico”.
 
 
 
La presenza diffusa di questo inquinante, così come per esempio di Nitrati, Pfas, Cromo esavalente e Pesticidi dipende dal fatto che attività industriale e agricola vanno a contaminare l’ambiente e di conseguenza le falde idriche.
 
Secondo il rapporto 282/2018 dell’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) nelle acque italiane cresce la contaminazione delle falde superficiali e sotterranee.
 
Questo rapporto, relativo all’indagine sulla presenza di pesticidi nelle acque ha evidenziato la presenza di 175 SOSTANZE NOCIVE.
 
Ecco perché dotarsi di un depuratore dell’acqua rappresenta una barriera difensiva a tutela della nostra salute.
 
Quanto costa un depuratore dell’acqua
 
Filtri a carbone? Membrane per osmosi? Addolcitori a resina?
 
Senza dubbio il passo più importante, prima ancora di interrogarsi sui costi di un eventuale impianto, è quello di effettuare, grazie alla consulenza di stopinquinanti com, una attenta analisi dell’acqua volta non ad accertarne semplicemente la conformità ai parametri legali ma quanto la presenza di pericolosi inquinanti possa danneggiare la salute.
 
Non soltanto durezza o pH come fanno abitualmente i venditori privi di interesse verso la tua salute delle aziende che vendono questi sistemi ma una vera e propria “carta di identità” dei contaminanti presenti.
 
Infatti esistono in commercio svariate tipologie, alcune economiche ma adatte soltanto a migliorare il sapore dell’acqua, altre piuttosto costose ma indispensabili in presenza per esempio di nitrati, arsenico o pfas.
 
Non soltanto la tasca, anche la salute è a rischio!
 
Scegliere infatti una tipologia di depuratore d’acqua senza avere una chiara visione delle problematiche da risolvere potrebbe nella migliore delle ipotesi portarci a spendere più del dovuto per un depuratore sovradimensionato o nell’ipotesi peggiore, ad avere la convinzione errata di far utilizzare alla propria famiglia acqua pura e sana quando invece alcuni inquinanti pericolosi potrebbero continuare ad essere presenti e distruggere il tuo sistema linfatico e mettete alla prova il tuo sistema immunitario con la continua nascita di cellule tumorali.
 
Fino a che soccomberà.
 
Una volta che abbiamo bene in mente da che punto partiamo e dove vogliamo arrivare, rinnovando l’invito a non affidarsi al fai da te ma a farsi assolutamente fare l’analisi dell’acqua tramite il metodo Splash Test, vediamo PRO e CONTRO delle differenti tipologie di filtraggio.
Cos’è il depuratore a microfiltrazione
Nel depuratore a microfiltrazione, che va da 50 micron a 0,1 micron, e avviene per lo più tramite carboni attivi (di sintesi o vegetali).
Ideale per eliminare sapori sgradevoli e sostanze in sospensione come ruggine, sabbia o calcare ma piuttosto inefficace contro inquinanti in soluzione come nitrati, pesticidi, gli acidi perfluoroacrilici, anche detti PFAS, che sono una famiglia di composti chimici usati prevalentemente dall'industria, e derivati della clorazione.
PRO
  • Costo estremamente contenuto
  • Facilità di installazione
CONTRO
  • Resa decrescente, con il tempo diminuisce la capacità di assorbire l’odore sgradevole del cloro.
  • Rischio di proliferazione batterica
Prima di optare per questa soluzione è indispensabile richiedere il parere del team di specialisti di STOP inquinanti che valuta qualità dell’acqua e l’eventuale presenza di contaminazioni chimiche.
 
Cos’è il depuratore a nano o ultra filtrazione
Gli impianti di nano o ultrafiltrazione sono dispositivi con una capacità filtrante da 0,1 a 0,001 micron capaci di eliminare tra l’altro macromolecole ed emulsioni, fibre di amianto e spore di giardia.
PRO
  • Capaci di eliminare alcuni inquinanti in soluzione
  • Nessuno scarto di acqua durante la depurazione
  • pH inalterato
CONTRO
  • Membrane soggette a saturazione
  • Inefficaci su virus, nitrati e nitriti
  • Se l’acqua trattata è “pesante” resta così.
Adatta a zone con acqua senza particolari problematiche note e per persone che non necessitano (o gradiscono) acqua con un ridotto residuo fisso.
 
Depuratore a osmosi inversa: come funziona?
L’osmosi inversa avviene spingendo in pressione l’acqua attraverso una membrana semipermeabile a 0,0001 micron (1 nanometro) che permette il passaggio esclusivo delle molecole dell’acqua e di una determinata quantità di ioni scartando invece nitrati, pesticidi, virus, batteri, ecc..
Si utilizza ad esempio negli impianti di bordo per rendere potabile l’acqua del mare e addirittura la NASA nello spazio ottiene acqua pura dal sudore e l’urina degli astronauti, ottenendo acqua pura.
PRO
  • Totale eliminazione degli elementi indesiderati
  • Resa costante nel tempo
  • Nessun rischio di proliferazione batterica
CONTRO
  • Costo, per impianti non di origine dubbia e privi di certificazioni, elevato
  • pH difficilmente superiore a 6,5
  • L’eliminazione delle sostanze indesiderate avviene scartando circa il 50% dell’acqua trattata.
Efficace in zone colpite dalla presenza di inquinanti come nitrati, arsenico, cromo o PFAS e unica strada percorribile se si necessita acqua minimamente mineralizzata, quindi con residuo fisso inferiore a 50 mg/lt, per ridurre il lavoro del filtro renale o favorire l’effetto depurativo dell’acqua sul nostro organismo.

Direzionesalute.it



Ultimi medici inseriti
Dott.ssa Maria Margherita Petio

Dott.ssa Maria Margherita Petio

Specialisti In Nutrizione - Biologi

Sebastiano Attilio

Sebastiano Attilio

Medici Specialisti - Chirurgia Generale

Tomaso Marteddu

Tomaso Marteddu

Medici Generici

Annunci


Cerca medico per provincia


Agrigento  /  Alessandria  /  Ancona  /  Arezzo  /  Ascoli Piceno  /  Asti  /  Avellino  /  Bari  /  Belluno  /  Benevento  /  Bergamo  /  Biella  /  Bologna  /  Bolzano  /  Brescia  /  Brindisi  /  Cagliari  /  Caltanissetta  /  Campobasso  /  Carbonia Iglesias  /  Caserta  /  Catania  /  Catanzaro  /  Chieti  /  Como  /  Cosenza  /  Cremona  /  Crotone  /  Cuneo  /  Enna  /  Ferrara  /  Firenze  /  Foggia  /  Forli Cesena  /  Frosinone  /  Genova  /  Gorizia  /  Grosseto  /  Imperia  /  Isernia  /  L Aquila  /  La Spezia  /  Latina  /  Lecce  /  Lecco  /  Livorno  /  Lodi  /  Lucca  /  Macerata  /  Mantova  /  Massa Carrara  /  Matera  /  Medio Campidano  /  Messina  /  Milano  /  Modena  /  Napoli  /  Novara  /  Nuoro  /  Ogliastra  /  Olbia Tempio  /  Oristano  /  Padova  /  Palermo  /  Parma  /  Pavia  /  Perugia  /  Pesaro Urbino  /  Pescara  /  Piacenza  /  Pisa  /  Pistoia  /  Pordenone  /  Potenza  /  Prato  /  Ragusa  /  Ravenna  /  Reggio di Calabria  /  Reggio Emilia  /  Rieti  /  Rimini  /  Roma  /  Rovigo  /  Salerno  /  Sassari  /  Savona  /  Siena  /  Siracusa  /  Sondrio  /  Taranto  /  Teramo  /  Terni  /  Torino  /  Trapani  /  Trento  /  Treviso  /  Trieste  /  Udine  /  Valle Aosta  /  Varese  /  Venezia  /  Verbano Cusio Ossola  /  Vercelli  /  Verona  /  Vibo Valentia  /  Vicenza  /  Viterbo

© 2020 Direzione Salute. Il portale è un progetto di proprietà - Partita IVA IT02893580346
Privacy Policy / Informativa sull'utilizzo dei Cookies / Condizioni contrattuali