DIREZIONESALUTE

Trova e contatta oltre 80.000 medici in Italia.

RECENSIONIONLINE

Leggi le opinioni degli altri utenti per rivolgerti al medico che risponde alle tue esigenze.

MEDICIONLINE

Scrivi al tuo medico e fissa un appuntamento online in 1 clic.

Direzione salute - portale d'informazione medica - cerca un medico - informazioni sui farmaci - forum salute e benessere - news medicina

SEI UN MEDICO?
INSERISCI IN POCHI SECONDI LA TUA PROFESSIONALITÁ.

Diastasi addominale e chirurgia robotica


Diastasi addominale e chirurgia robotica 26/06/2018

La diastasi addominale è un problema frequente ma spesso trascurato e interessa soprattutto le mamme che hanno affrontato una gravidanza. Facciamo finalmente chiarezza su questo disturbo tanto diffuso, per capire in cosa consiste, quali sono i sintomi e le possibili soluzioni.

Come riconoscere la diastasi addominale

Nella diastasi addominale il tessuto connettivo che forma la cosiddetta “linea alba” si deforma, dilatandosi e sfibrandosi a tal punto da non poter tornare più alla sua forma originaria. Non è sempre facile riconoscere la diastasi addominale, perché spesso viene confusa con un semplice gonfiore a livello dell’addome. Il primo passo per individuare il problema è quello di ricorrere all’autodiagnosi, facendo un piccolo test. Basta distendersi in posizione supina, contrarre i muscoli dell’addome e spingere il busto in avanti, come nel tradizionale crunch. Se in corrispondenza della linea alba si forma una deformità dalla forma oblunga, potrebbe trattarsi di diastasi addominale.

In posizione di riposo il rigonfiamento scompare del tutto o diventa meno visibile, ma se si appoggia la mano sull’addome, è possibile percepire uno spazio vuoto tra i due muscoli retti dell’addome.

In ogni caso sarà il medico a formulare una diagnosi certa dopo aver eseguito l’ecografia.

Sintomi della diastasi addominale

Il rigonfiamento e la sensazione di gonfiore sono solo i sintomi più frequenti della diastasi addominale. L’allontanamento tra il retto addominale destro e quello sinistro comporta anche un deficit funzionale, quindi problemi di postura e locomotori. Inoltre i muscoli dell’addome non sono più in grado di svolgere in modo efficiente la funzione di protezione e contenimento degli organi interni, esponendoli a possibili traumi.Accade spesso che la diastasi diventi la causa di altri problemi, come l’insorgenza di un’ernia ombelicale.

La diastasi addominale provoca indirettamente anche mal di schiena a causa della postura alterata. Spesso causa, sempre indirettamente, disturbi urinari legati al mancato completo svuotamento vescicale.

Non si tratta quindi solo di un problema estetico meritevole di correzione per riconquistare la fiducia in se stessi e la forma fisica persa, ma anche di una patologia che va corretta per evitare conseguenze ben peggiori.

La chirurgia robotica per curare la diastasi addominale

Allenare i muscoli addominali non è una soluzione al problema, ma al contrario l’eccessivo esercizio fisico può peggiorare la situazione. Infatti la diastasi addominale non è un difetto muscolo, ma del tendine che lo avvolge.

L’unico rimedio davvero risolutivo è la chirurgia. Nella maggior parte delle strutture sanitarie italiane l’intervento che viene proposto più spesso dai medici è quello a cielo aperto, che comporta vistose cicatrici, la necessità di applicare una rete protesica permanente e una lunga degenza.

In realtà la chirurgia open per curare la diastasi addominale si può considerare superata dall’innovativa chirurgia robotica, disponibile solo presso le strutture più all’avanguardia e dotate di sofisticati strumenti operatori.

Il primo medico italiano ad utilizzare la chirurgia robotica nella cura della diastasi addominale è stato il dottor Antonio Darecchio di Internationalherniacare, offrendo il suo contributo per la diffusione della chirurgia mini-invasiva anche in Italia.

I benefici per i pazienti che scelgono la chirurgia robotica per la cura della diastasi addominale sono diversi:

  • Niente vistose cicatrici, ma solo 3 piccoli fori sul fianco sinistro per il passaggio degli strumenti operatori;

  • Maggiore tenuta ed estrema solidità della riparazione, grazie ad una doppia sutura interna a tutto spessore che viene eseguita con una precisione millimetrica grazie all’uso di una piccola telecamera 3D;

  • La degenza post-operatoria è molto più breve, infatti la paziente può tornare a casa il giorno dopo l’intervento e deve solo evitare gli sforzi fisici più impegnativi per una decina di giorni.

La chirurgia robotica rappresenta quindi la soluzione d’eccellenza al problema della diastasi addominale, senza i classici inconvenienti degli interventi a cielo aperto.


Direzionesalute.it



Ultimi medici inseriti
Sebastiano Attilio

Sebastiano Attilio

Medici Specialisti - Chirurgia Generale

Tomaso Marteddu

Tomaso Marteddu

Medici Generici

Dott.ssa Rossi Stefania

Dott.ssa Rossi Stefania

Medici Specialisti - Oculistica

Annunci



Cerca medico per provincia


Agrigento  /  Alessandria  /  Ancona  /  Arezzo  /  Ascoli Piceno  /  Asti  /  Avellino  /  Bari  /  Belluno  /  Benevento  /  Bergamo  /  Biella  /  Bologna  /  Bolzano  /  Brescia  /  Brindisi  /  Cagliari  /  Caltanissetta  /  Campobasso  /  Carbonia Iglesias  /  Caserta  /  Catania  /  Catanzaro  /  Chieti  /  Como  /  Cosenza  /  Cremona  /  Crotone  /  Cuneo  /  Enna  /  Ferrara  /  Firenze  /  Foggia  /  Forli Cesena  /  Frosinone  /  Genova  /  Gorizia  /  Grosseto  /  Imperia  /  Isernia  /  L Aquila  /  La Spezia  /  Latina  /  Lecce  /  Lecco  /  Livorno  /  Lodi  /  Lucca  /  Macerata  /  Mantova  /  Massa Carrara  /  Matera  /  Medio Campidano  /  Messina  /  Milano  /  Modena  /  Napoli  /  Novara  /  Nuoro  /  Ogliastra  /  Olbia Tempio  /  Oristano  /  Padova  /  Palermo  /  Parma  /  Pavia  /  Perugia  /  Pesaro Urbino  /  Pescara  /  Piacenza  /  Pisa  /  Pistoia  /  Pordenone  /  Potenza  /  Prato  /  Ragusa  /  Ravenna  /  Reggio di Calabria  /  Reggio Emilia  /  Rieti  /  Rimini  /  Roma  /  Rovigo  /  Salerno  /  Sassari  /  Savona  /  Siena  /  Siracusa  /  Sondrio  /  Taranto  /  Teramo  /  Terni  /  Torino  /  Trapani  /  Trento  /  Treviso  /  Trieste  /  Udine  /  Valle Aosta  /  Varese  /  Venezia  /  Verbano Cusio Ossola  /  Vercelli  /  Verona  /  Vibo Valentia  /  Vicenza  /  Viterbo

© 2018 Direzione Salute. Il portale è un progetto di proprietà Engenia S.r.l. - Partita IVA 02424090419
Privacy Policy / Informativa sull'utilizzo dei Cookies / Condizioni contrattuali