DIREZIONESALUTE

Trova e contatta oltre 80.000 medici in Italia.

RECENSIONIONLINE

Leggi le opinioni degli altri utenti per rivolgerti al medico che risponde alle tue esigenze.

MEDICIONLINE

Scrivi al tuo medico e fissa un appuntamento online in 1 clic.

Direzione salute - portale d'informazione medica - cerca un medico - informazioni sui farmaci - forum salute e benessere - news medicina

SEI UN MEDICO?
INSERISCI IN POCHI SECONDI LA TUA PROFESSIONALITÁ.

Come fare un'iniezione intramuscolare? Alcune tecniche e consigli utili


Come fare un'iniezione intramuscolare? Alcune tecniche e consigli utili 01/09/2019

 

L'iniezione intramuscolare, come si può evincere dal nome stesso, consiste nell'introduzione del liquido direttamente nel tessuto muscolare profondo e rientra tra i metodi di somministrazione di farmaci più diffusi. Questo accade perché l'assorbimento è di gran lunga più veloce rispetto ad altri tipi di “punture”, come quella intradermica e sottocutanea. La si preferisce, inoltre, in quelle circostanze in cui non è possibile intervenire attraverso la via orale. Grazie al rapido effetto dell'iniezione, una volta penetrata nel muscolo, trova impiego in diversi trattamenti. Tra questi troviamo, ad esempio, i cicli di antibiotici, la cura in caso di shock anafilattico o la terapia insulinica. Nelle infusioni intravena, spesso viene utilizzata l'acqua fisiologica, nota anche come acqua salina, che trova diversi impieghi.

Come si usa la siringa? Ecco come fare una “puntura”perfetta


Prima di fare un'iniezione intramuscolare, bisognerebbe essere in possesso di alcune conoscenze di base e sapere quali sono le “sedi intramuscolari” da trattare. Tutti dovrebbero sapere come utilizzare al meglio la siringa, per poter fronteggiare ad un'eventuale situazione di emergenza, in cui bisogna intervenire il più presto possibile. Anche se sul web si trovano diversi video che provano a spiegare come agire in questi casi, è assolutamente più opportuno frequentare dei corsi, per poter osservare la situazione più da vicino. Infatti, nonostante possa sembrare un procedimento abbastanza facile da apprendere, in realtà, richiede una manualità ben precisa, perché le conseguenze derivanti da un errore, seppur apparentemente banale, possono essere molto gravi. Si possono avere, oltre ad ematomi, ascessi, infezioni o gonfiori, anche delle complicanze, del tutto inaspettate. Per tali motivazioni, è necessario seguire attentamente dei criteri specifici, per essere sicuri di agire in maniera corretta.

 

Quali sono i passi da seguire prima di fare un'iniezione?

Ecco come agire, passo dopo passo e quali sono gli accorgimenti da tenere bene in mente, per eseguire un'iniezione intramuscolare. Prima di iniziare la procedura di somministrazione, è fondamentale conoscere bene sia il farmaco da iniettare e sia il punto esatto in cui deve essere eseguita la puntura. Generalmente, le sedi intramuscolo sono: coscia, anca, deltoide e gluteo. La scelta di una zona rispetto ad un'altra non è affatto casuale, ma dipende da molti fattori, tra cui il tipo di farmaco, l'età del paziente, la sua struttura fisica, il suo stato generale di salute e bisogna anche tenere in considerazione se la zona è stata recentemente trattata, per evitare la successiva comparsa di cicatrici.

 

A questo punto, bisogna assicurarsi di avere tutto l'occorrente a disposizione: siringa monouso, batuffolo di cotone, disinfettante e farmaco da iniettare. Lavarsi accuratamente le mani, per evitare di contrarre infezioni e procedere, estraendo il cappuccio dalla siringa e inserendo il farmaco al suo interno, altrimenti, è possibile reperire in farmacia anche alcuni tipi di siringhe che contengono già dentro il liquido stesso. Se sono visibili delle bollicine d'aria, posizionare la siringa in posizione verticale, per eliminarle. Le siringhe di questo tipo, possiedono bene o male, tutte lo stesso aspetto, per cui risulta difficile capire quale sia la più adatta. Infatti, è possibile visionare i vari tipi di aghi e siringhe sul sito medisanshop.com, per fare un confronto, tra i tanti modelli a disposizione, e scegliere quelli che rispecchiano i requisiti adatti.

E' proprio in questa fase che bisogna mostrare di avere acquisito la giusta tecnica, perché arriva la parte più delicata di tutta l'operazione. E' fondamentale non farsi prendere dall'agitazione, soprattutto per non trasmetterla al paziente, anzi, al contrario, bisognerebbe cercare di tranquillizzarlo il più possibile, specialmente se si tratta di un bambino, anche perché un qualsiasi brusco movimento, potrebbe compromettere la totale riuscita dell'operazione.

 

Le tecniche principali per eseguire la puntura sono due:

  1. La tecnica standard, prevede che l'ago stia in posizione perfettamente perpendicolare a quella della pelle.

  2. La tecnica con il tratto a Z, che ad oggi è la più diffusa, prevede una sorta di percorso, da creare con l'ago stesso, per evitare che il liquido possa fuoriuscire dal foro.

 

Quindi, al di là della tecnica che si decide di mettere in atto, l'ago deve essere infilato nella pelle, in maniera rapida e decisa, ma il liquido deve essere somministrato lentamente, per cui la pressione sullo stantuffo deve essere leggera, al fine di favorirne l'assorbimento e di minimizzarne il dolore.


Una volta svuotato il contenuto, l'ago potrà essere estratto dalla pelle ed il buco, da cui potrebbe uscire sangue, dovrà essere tamponato con un batuffolo di cotone. E' importante non massaggiare la zona, perché il farmaco potrebbe fuoriuscire. Infine, la siringa utilizzata dovrà essere smaltita correttamente in appositi contenitori in plastica, quindi, non dovrà essere gettata insieme agli altri rifiuti, neanche se differenziati.


Direzionesalute.it



Ultimi medici inseriti
Sebastiano Attilio

Sebastiano Attilio

Medici Specialisti - Chirurgia Generale

Tomaso Marteddu

Tomaso Marteddu

Medici Generici

Dott.ssa Rossi Stefania

Dott.ssa Rossi Stefania

Medici Specialisti - Oculistica

Annunci


Cerca medico per provincia


Agrigento  /  Alessandria  /  Ancona  /  Arezzo  /  Ascoli Piceno  /  Asti  /  Avellino  /  Bari  /  Belluno  /  Benevento  /  Bergamo  /  Biella  /  Bologna  /  Bolzano  /  Brescia  /  Brindisi  /  Cagliari  /  Caltanissetta  /  Campobasso  /  Carbonia Iglesias  /  Caserta  /  Catania  /  Catanzaro  /  Chieti  /  Como  /  Cosenza  /  Cremona  /  Crotone  /  Cuneo  /  Enna  /  Ferrara  /  Firenze  /  Foggia  /  Forli Cesena  /  Frosinone  /  Genova  /  Gorizia  /  Grosseto  /  Imperia  /  Isernia  /  L Aquila  /  La Spezia  /  Latina  /  Lecce  /  Lecco  /  Livorno  /  Lodi  /  Lucca  /  Macerata  /  Mantova  /  Massa Carrara  /  Matera  /  Medio Campidano  /  Messina  /  Milano  /  Modena  /  Napoli  /  Novara  /  Nuoro  /  Ogliastra  /  Olbia Tempio  /  Oristano  /  Padova  /  Palermo  /  Parma  /  Pavia  /  Perugia  /  Pesaro Urbino  /  Pescara  /  Piacenza  /  Pisa  /  Pistoia  /  Pordenone  /  Potenza  /  Prato  /  Ragusa  /  Ravenna  /  Reggio di Calabria  /  Reggio Emilia  /  Rieti  /  Rimini  /  Roma  /  Rovigo  /  Salerno  /  Sassari  /  Savona  /  Siena  /  Siracusa  /  Sondrio  /  Taranto  /  Teramo  /  Terni  /  Torino  /  Trapani  /  Trento  /  Treviso  /  Trieste  /  Udine  /  Valle Aosta  /  Varese  /  Venezia  /  Verbano Cusio Ossola  /  Vercelli  /  Verona  /  Vibo Valentia  /  Vicenza  /  Viterbo

© 2019 Direzione Salute. Il portale è un progetto di proprietà Engenia S.r.l. - Partita IVA 02424090419
Privacy Policy / Informativa sull'utilizzo dei Cookies / Condizioni contrattuali